Con i colori e con la chimica l’Archimede fa la differenza!

Lunedì 04/06/2018 presso la sede “Sacramento” dell’II.SS “Archimede” di Cammarata, si è svolta  la validazione da parte del Dirigente Scolastico Prof. Antonino Pardi dei progetti previsti per l’alternanza scuola-lavoro degli alunni diversamente abili. Tali lavori, inseriti nel PTOF dell’Istituto all’interno del progetto “Autonoma….mente”, hanno preso avvio nel mese di gennaio con il progetto dal titolo “L’Archimede fa la differenza”, la cui referente è stata la Prof.ssa Lo Bue Carmela,  avente come argomento la tematica relativa all’inquinamento dell’acqua, dell’aria e del suolo e dell’’importanza della raccolta differenziata. Gli allievi durante lo svolgimento delle attività proposte, che prevedevano oltre l’esposizione teorica delle problematiche relative all’inquinamento ambientale anche una parte operativa ovvero di vera e propria sorveglianza per il corretto svolgimento della raccolta differenziata durante la pausa della ricreazione, hanno compreso l’importanza e il valore che essa riveste nella società. Hanno acquisito, infatti, una maggiore consapevolezza che solo questo è il modo migliore per preservare e mantenere le risorse naturali, a vantaggio dell’ambiente in cui si vive ma soprattutto delle generazioni future: riusare, riutilizzare e valorizzare i rifiuti, dalla carta alla plastica, al vetro, al legno, ai medicinali, alle pile esauste contribuisce a restituire e conservare un ambiente “naturalmente” più ricco. A seguire, nei mesi di gennaio e febbraio, è iniziato il progetto dal titolo “Alla scoperta dei colori della vita”, la cui referente è stata la Prof.ssa Vita Azzarello, che ha permesso, attraverso dei veri e propri esperimenti svolti in laboratorio di chimica e utilizzando del semplice materiale di partenza, come petali di fiori, il limone, il bicarbonato, la comprensione di alcuni concetti fondamentali della chimica come ad esempio quello dell’acidità e basicità delle soluzioni acquose e del Ph delle soluzioni attraverso i “colori”. Nel mese di marzo-aprile si è svolto il progetto “Questione di chimica” la cui docente referente è stata la Prof.ssa Lo Scrudato Grazia, avente come obiettivo la conoscenza delle biomolecole, ovvero le molecole della vita come i carboidrati, le proteine, i lipidi e il DNA cellulare. Attraverso la visione di video e di esperimenti condotti in laboratorio, come l’estrazione del Dna della banana e del kiwi, gli allievi hanno compreso l’importanza che queste macromolecole rivestono nell’organismo e quanto sia importante anche una corretta alimentazione per uno stile di vita sano ed equilibrato.

Questo percorso che ha visto impegnati tutti i gli alunni diversamente abili dell’Istituto con  alcuni compagni delle rispettive classi, tutti i docenti di sostegno degli alunni, gli assistenti all’autonomia e alla comunicazione, è stato molto interessante e costruttivo non solo dal punto di vista didattico ma soprattutto per il miglioramento che si è potuto registrare nella sfera  relazionale,  dell’autostima  e della gestione delle emozioni. Si è cercato di valorizzare i “talenti” di tutti gli allievi facendoli sentire protagonisti e al centro del percorso di apprendimento ma, principalmente si è cercato di facilitare il processo di integrazione cercando di abbattere quelle   barriere mentali, ancora insite purtroppo nella società, che considerano il disabile come un ostacolo, uno “scarto” e non invece come una risorsa. La loro presenza in un luogo come ad esempio la scuola fa si che esso venga messo in crisi ma, anche che nello stesso tempo, venga valorizzato, ed è animati da questo spirito comune che i docenti  hanno svolto tutto il lavoro.

Prof.ssa Carmela Lo Bue

Articolo alternanza Scuola/Lavoro 3 A ITBA- Anno 2017/2018

Si conclude questa settimana il primo anno del progetto di alternanza scuola-lavoro “Esperto nella esecuzione di analisi chimiche e microbiologiche applicate al monitoraggio della qualità ambientale” che ha visto come destinatari gli studenti dell’II.SS. “Archimede” frequentanti la classe III Sez.A ITBA.

Il percorso formativo triennale ha lo scopo di sensibilizzare gli studenti sull’importanza del monitoraggio della qualità ambientale ai fini della salvaguardia dell’ambiente, rispondendo all’esigenza di potenziamento dell’offerta formativa sulla base dell’ indirizzo di studio  “Chimica, Materiali e Biotecnologie – Articolazione Biotecnologie Ambientali”.

Durante l’anno in corso 2017/2018, gli studenti, dopo aver frequentato un opportuno corso sulla sicurezza negli ambienti di lavoro, erogato dall’II.SS. “Archimede”, sono stati ospitati nei laboratori della Struttura territoriale di Palermo di ARPA Sicilia, dove hanno approfondito la conoscenza sul ruolo dell’Agenzia e sulle attività che la stessa svolge nel campo della tutela della qualità ambientale.

Nel corso dello stage presso tale Struttura sono state attenzionate, in particolare:
il controllo e il monitoraggio delle matrici ambientali (acqua, aria e suolo) finalizzati alla tutela dell’ambiente.

  • il controllo e il monitoraggio di campi elettromagnetici, inquinamento acustico e radioattività .
  • la gestione dei rifiuti speciali prodotti.
  • la normativa italiana di riferimento.

A termine del percorso gli studenti hanno esposto una relazione sull’esperienza vissuta, con apprezzamento lodevole da parte dell’azienda sia per aver dimostrato capacità di osservazione e spirito critico, sia per aver dato prova di una condotta esemplare.

Allo scopo di accrescere ulteriormente le competenze sia teoriche che tecnico-pratiche, gli studenti hanno anche frequentato delle ore di alternanza presso le aule e laboratori del proprio Istituto, guidati dall’esperto esterno Dr. N. Tuzzolino, durante le quali è stata approfondita la teoria e la pratica legate all’analisi chimica di acque di mare e acque potabili.

Il tema del monitoraggio della qualità ambientale, infine, è stato affrontato anche all’interno del monte ore annuale delle lezioni attraverso una unità di apprendimento interdisciplinare, progettata dai docenti del Consiglio di classe, con la collaborazione del tutor interno.

L’esperienza vissuta dagli studenti ha avuto una valenza sicuramente positiva, legata alla formazione che alla promozione di  momenti di socializzazione e condivisione. Attraverso la promozione delle esperienze di alternanza, l’alleanza tra scuola e impresa diviene il luogo di crescita professionale dell’allievo, al fine di incrementare le opportunità di lavoro e le capacità di orientamento degli studenti.

 

Progetto: “Noi Umani … da animali a dei”

Venerdì 01/06/2018 alle ore 10.00 presso il cinema “Vittoria” di San Giovanni Gemini, gli alunni del nostro istituto si esibiranno attraverso performances teatrali, musicali e canore, per la realizzazione del progetto “Noi Umani … da animali a dei”,.la realizzazione di tale progetto vuole essere anche un momento di condivisione e di orientamento scolastico.

Durante la manifestazione saranno premiati gli studenti che hanno partecipato alle competizioni sportive, provinciali e di istituto, inoltre verranno consegnati gli attestati di merito agli alunni che si sono particolarmente distinti nell’anno scolastico 2016/17.

Tutti gli alunni alle ore 9.45 accompagnati dai docenti della seconda ora si recheranno presso il cinema “Vittoria” per partecipare alla manifestazione artistico-culturale, al termine saranno licenziati.

X Giornata Nazionale delle Miniere: II.SS. Archimede protagonista

In occasione della decima Giornata Nazionale delle Miniere, a Casteltermini e Comitini dal 24 al 26 maggio si svolgeranno una serie di eventi che avranno come tema “La via dello zolfo”, viaggio alla scoperta del patrimonio minerario in Sicilia, ed in particolare  presso la sede coordinata di Casteltermini  dell’II.SS. Archimede si svolgerà una Tavola Rotonda riguardante “Il ruolo dell’alternanza scuola-lavoro nella promozione del territorio: la Miniera-Museo di Cozzo Disi, valorizzazione e fruizione”.

Programmare una “vera alternanza” in un contesto sociale povero di opportunità e con risorse economiche limitate non è facile. Pertanto, il D.S. prof. Antonino Pardi ha colto la proposta della dottoressa Maria Carcasio, coordinatrice dell’Associazione Italiana per il Patrimonio Archeologico Industriale (AIPAI) della Sicilia, di intraprendere una collaborazione sul tema dell’archeologia industriale, essendo quest’ultima una potenzialità presente nel territorio. Così è nato il progetto “Tecnico esperto nella catalogazione e fruizione  del patrimonio  archeologico  industriale nella provincia di Agrigento ( con particolare riguardo alla miniera Cozzo Disi di Casteltermini)”, con lo scopo di realizzare un percorso formativo finalizzato all’acquisizione delle capacità di individuazione, analisi, censimento e catalogazione del patrimonio culturale industriale esistente nel territorio del Comune di Casteltermini, a partire dall’individuazione e catalogazione dei manufatti e delle testimonianze materiali e immateriali esistenti presso la Miniera.

I ragazzi della classe III-IV-V MAT, nel triennio 2015/2018, coadiuvati dai loro insegnanti hanno realizzato il Registro Inventariale dei Beni Immobili per Destinazione della Miniera-Museo di Cozzo Disi, che sarà consegnato in tale giornata agli Enti e alle Istituzioni competenti.

In dettaglio il programma delle giornate a Casteltermini e la locandina completa

Giovedì 24 maggio 2018 Casteltermini

Ore 10 Istituto d’Istruzione Secondaria Superiore “Archimede” Cammarata Sezione Associata I.P.S.I.A. “Archimede” Casteltermini Via Mons. Padalino Tavola Rotonda “Il ruolo dell’alternanza scuola lavoro nella promozione del territorio: la Miniera-Museo di Cozzo Disi, valorizzazione e fruizione”

Interverranno:

·       Prof. Antonino Pardi, Dirigente IISS “Archimede” Cammarata-Casteltermini (AG), Saluto inaugurale

·       Prof. Raffaele Zarbo, Dirigente Ufficio V Ambito Territoriale della Provincia di Agrigento e delI’Ufficio II Risorse Finanziarie Politiche Formative e Fondi Europei deII’USR Sicilia

·       Dott.ssa Agata Patanè, Coordinatrice ReMi, ISPRA

·       0n.Ie Maria Iacono, già Componente Commissioni Politiche Europee e Attività Produttive Camera dei Deputati

·       Dott.ssa Maria Carcasio, Coordinatrice AIPAI-Sicilia

·       Prof.ssa Antonella Versaci, Università Kore Enna

·       Dott.ssa Gabriella Costantino, Soprintendente BCA Agrigento Arch. Antonino Terrana, Direttore Lavori Progetto di Allestimento Museografico Miniera-Museo di Cozzo Disi

·       Prof. Giuseppe Collura, Presidente Ordine Regionale Geologi Sicilia

·       Ing. Michele Brescia, Distretto Minerario di Caltanissetta

·       Dott.ssa Margherita Carastro, Responsabile Ufficio II Risorse Finanziarie Politiche Formative e Fondi Europei per I’USR Sicilia

·       Prof. Francesco Lo Muzzo, Direttore I.P.S.I.A. Casteltermini

·       Dott. Gioacchino Nicastro, Sindaco di Casteltermini

Sarà consegnato agli Enti e alle Istituzioni competenti il Registro

Inventariale dei Beni Immobili per Destinazione della Miniera-

Museo di Cozzo Disi prodotto nell’ambito del Progetto di Alternanza Scuola-Lavoro per la formazione di “Tecnico esperto nella catalogazione e fruizione del patrimonio archeologico industria/e nel/a provincia di Agrigento (con partico/are riguardo alla miniera Cozzo Disi di Casteltermini”, classe III-IV-V MAT, aa.ss. 2015-2018.

Sabato 26 maggio dalle ore 11 alle 13

sarà possibile visitare la Miniera-Museo di Cozzo Disi a cura del geologo prof. Calogero Giambrone alla presenza dell’Onorevole Sandro Pappalardo, Assessore Regionale del Turismo Sport e Spettacolo, Regione Siciliana.