Installato il defibrillatore donato all’IISS Archimede dalla famiglia Catarella in memoria del Prof. Vincenzo Catarella

CAMMARATA –  “ABBIAMO SEMPRE A CUORE IL CUORE DEI NOSTRI RAGAZZI” è un progetto dell’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore Archimede finalizzato a formare competenze negli studenti prossimi alla maturità sugli interventi da eseguire in scenari di emergenza quali quelli che possono venirsi a determinare in conseguenza di un incidente stradale o nel luogo di lavoro, a partire dalla rianimazione cardio-polmonare in cui spesso è fondamentale potere utilizzare un defibrillatore semi automatico.

Il progetto, che ha avuto come Tutor d’Istituto il Prof. Calogero Giambrone ed è stato finanziato dal Comune di Cammarata nell’ambito del bando di democrazia partecipativa, ieri, venerdì 4 giugno 2021 ha raggiunto il suo apice con la consegna degli attestati agli studenti-soccorritori da parte del Preside, Prof. Antonino Pardi, alla presenza, in rappresentanza delle istituzioni locali, del vice-sindaco di Cammarata, Dott. Aurelio Imbornone, e del vice sindaco di San Giovanni Gemini, Dott.ssa Carmela Di Dolce.

I partecipanti alla cerimonia si sono quindi spostati verso via Bonfiglio dove, su uno spazio messo a disposizione dalla Farmacia della Dott. Calogera La Verde, è stata inaugurata l’installazione di un defibrillatore semi-automatico donato all’IISS Archimede dalla famiglia della Prof. Irene Catarella in memoria del padre, Prof. Vincenzo Catarella, ex docente dell’Istituto, dispositivo che l’Istituzione Scolastica ha scelto di non tenere per sé ma a disposizione della Comunità locale insieme alle competenze degli studenti-soccorritori che, in una strategia più ampia di cittadinanza attiva, andranno anche a fare parte, su base volontaria, del Piano Comunale di Protezione Civile.

La Prof. Irene Catarella ha così scoperto la targa ed il dispositivo salva-vita che oltre a ricordare le doti umane e professionali del padre sono una ulteriore prova di quanto sia importante che la scuola svolga un ruolo di stimolo verso la comunità locale per iniziative concrete in tutti gli ambiti in cui la sfera sociale si articola (cultura, salute, protezione dell’ambiente), presupposto fondamentale per la rinascita dalle macerie della pandemia.

fonte www.magaze.it

Autore dell'articolo: WEBMASTER

Prof. Tommaso Maggio - esperto nella creazione di pagine web e comunicazione