“Finalmente Insieme” all’Archimede di Cammarata

Accolto tra le note musicali della Banda “Archimede” e da un applauso caloroso, il Dirigente Scolastico dell’Istituto Archimede di Cammarata, Prof. Antonino Pardi, ha fatto il suo ingresso presso il teatro “G. Lena”. Sorpreso e visibilmente commosso ha preso posto in platea con a fianco la gentile consorte, circondato dalla stima dei rappresentanti delle Agenzie formative del territorio di San Giovanni Gemini e Cammarata ivi Compresi il Sindaco dr. Panepinto Carmelo, il Vice Sindaco dr. Aurelio Imbornone, il comandante dei Carabinieri, dei Vigili urbani, i Dirigenti Scolastici degli Istituti di San Giovanni, Cammarata, Bivona e Casteltermini.

Una platea affollata da genitori, alunni, docenti e personale ATA ha ascoltato l’Inno di Mameli con il quale ha avuto inizio l’emozionante manifestazione “Finalmente INSIEME”. L’incontro festoso di tutti i ragazzi si è trasformato quest’anno nell’abbraccio degli studenti al loro Preside che a Settembre inizierà un nuovo percorso di vita.

Sul palco, tre giovanissimi e promettenti presentatori Enrica Lupo, Edoardo Tuzzolino, Gabriele Saporita, hanno saputo gestire con disinvoltura una fitta espressione di pensieri e riflessioni che tutti i discenti hanno dedicato al loro Preside Pardi:  “ Tutte le cose che finiscono portano tristezza ma non moriranno mai se conservate nella memoria e nel cuore di chi le ha fatte proprie”- hanno scritto Biagio Cairone e Enrica Lupo;  “Lei ci ha insegnato a credere nella scuola, a dare un volto autentico e personale di ciò che noi siamo e possiamo essere nel mondo”- ha dichiarato Elisabetta Giordano; “ Ha posto a fondamento della educazione una relazione vitale con tutti noi”- ha aggiunto Valentina Simonello; “Le sue parole e i suoi gesti tornano nelle nostre riflessioni quando ci viene voglia di mollare tutto”- ha continuato Cristina Guanà.

Ecco chi sono i ragazzi dell’Archimede, a volte distratti a volte discoli ma profondi e capaci di emozionare i presenti e di commuovere i loro docenti con la loro semplicità.  L’insegnamento più grande che lei ci ha trasmesso è “ Guardare la Vita in profondità” ha sottolineato Luisa Sena.  È questo il ritratto che i ragazzi hanno voluto delineare del loro Preside amato ed ammirato per il suo modo di essere persona.

Toccante l’intervento di Luca Madonia che con disinvoltura e dizione perfetta ha declamato una tra le più belle poesie di Ada Merini “A tutti i giovani raccomando…”e ha concluso dicendo: “ Preside, mi piacerebbe rivederla e sentirla, per avere qualche consiglio per il mio futuro e quello dei miei compagni”. Come non riconoscere nelle riflessioni di questi ragazzi un capillare lavoro di squadra di tutti i soggetti di un Istituto che ha radici ben radicate nei valori della cultura e fiducia nelle Istituzioni.

Anche i genitori hanno voluto sottolineare l’impegno sempre attivo e il rispetto che il Preside Pardi ha dimostrato nella cura dei propri figli. Al loro ringraziamento si sono uniti ex alunni con video messaggi e con performance sul palco Emily Carta, Giorgia Giambrone, Francesco Militello tra canto, musica e poesia si sono alternati con gli alunni  Sofia Giambrone e il Trio musicale per violino e pianoforte Elena Lo Presti , Valentina La Mendola , Sofia Lino.

Particolarmente emozionante e denso di significato il messaggio inviato da Valentina ed Antonella Lo Sardo, le quali hanno ringraziato il Preside Pardi per la generosità e apertura nell’accogliere l’iniziativa, loro e del compianto padre dottore Francesco Lo Sardo, di onorare la memoria e la carriera della loro madre, dott.ssa Calogera Nugara, premiando ogni anno, grazie all’istituzione della borsa di studio ‘Guarda al futuro’, i ragazzi meritevoli dell’istituto.

Inoltre, i docenti hanno voluto esprimere con le parole del poeta K. Gibran il senso e il valore del lavoro testimoniato negli anni dal loro Dirigente che con passione ha creduto nella scuola, nelle persone e nella cultura.

La memoria storica nelle parole del Vice Preside, professore Rosario Balletti e quelle significative delle immagini ricostruire dal Professore Tommaso Maggio e gestite dall’allievo Igor Maggio sul palcoscenico, hanno fatto riemergere il senso di responsabilità, di condivisione e cooperazione di tutta la comunità scolastica di cui il Dirigente è stato garante.

Un concerto di voci, pensieri e parole che hanno delicatamente ricordato il senso più autentico del fare scuola.

Nella consegna degli attestati di merito ai suoi ragazzi, tutta l’emozione del Dirigente Scolastico che ancora manifesta il suo attaccamento alla scuola luogo dove l’amore per l’educazione nasce e non finisce mai.

Videoriprese a cura di Giuseppe Coffaro IB TEE e Igor Maggio IV ITET

Foto: Prof. Vincenzo Traina

Foto: Chiara Panepinto VB ITBA

Autore dell'articolo: WEBMASTER

Prof. Tommaso Maggio - esperto nella creazione di pagine web e comunicazione